Opinione: Cosa fare per investire al dettaglio

In 2020, gli investitori al dettaglio hanno iniziato a investire nei mercati azionari da soli a ritmi record. Nello stesso periodo, l’S&P500 ha restituito il 66% da marzo 2020 a luglio 2021 e alcuni titoli al dettaglio popolari (noti come titoli meme) come GameStop sono passati da Gam 10 a $347 al suo picco. I gestori di denaro con clienti al dettaglio vengono spesso chiesti perché dovrebbero pagarli quando possono fare soldi investendo da soli. Come possono i gestori di denaro affrontare questa domanda?

Una sequenza unica di eventi ha portato ad un aumento significativo dell’interesse per il trading di azioni e opzioni da parte degli investitori al dettaglio. In primo luogo, Robinhood, un broker al dettaglio la cui missione è quella di “democratizzare la finanza per tutti”, ha introdotto il trading azionario a commissione zero e il trading di opzioni di facile accesso che alla fine ha portato altri importanti broker a seguire l’esempio alla fine di 2019. In secondo luogo, la pandemia di COVID-19 ha causato ai lavoratori non essenziali di rimanere in gran parte a casa per la maggior parte del 2020, portando a ridurre la spesa dei consumatori e più tempo per perseguire iniziative alternative. Infine, i più grandi pacchetti di stimolo monetario e fiscale che si siano mai verificati hanno portato ad un aumento significativo della quantità di denaro nelle mani degli investitori al dettaglio. Secondo l’analisi di Barron dei dati del Bureau of Economic Analysis degli Stati Uniti, gli americani hanno risparmiato circa trillion 1.8 trilioni di più di quanto avrebbero altrimenti dall’inizio della pandemia(vedi grafico sotto di Barron).

Questa combinazione unica di minori attriti commerciali, più tempo e maggiore capitale ha portato ad un aumento dei conti al dettaglio.

L’incredibile performance dell’S&P500 nel 2020-2021 ha portato a un desiderio per molti di gestire il proprio denaro, specialmente quando il cliente è giovane e il gestore di denaro professionale è stato cauto durante la crisi COVID-19 e ha perso gran parte della corsa. Forse la più grande sfida per i money manager professionisti è che i mercati azionari hanno un grande elemento di incertezza. Per questo motivo, si può sapere di più (avere più conoscenza) ed essere più abili ma ancora sottoperformare rispetto a qualcuno che raccoglie le scorte in base al loro ristorante preferito o al tweet di celebrità.

In qualche modo, investire sul mercato azionario è analogo al Texas Hold’em, un popolare gioco di poker. A differenza di molti giochi in cui il giocatore più abile vince quasi sempre (si pensi agli scacchi), nel Texas Hold’em, il miglior giocatore si mette in grado di vincere il 75% delle volte, ma sono comunque soggetti a ciò che le carte dettano. Per lunghi periodi di tempo, quel giocatore vince molto più spesso di quanto perde, ma su orizzonti brevi — come l’anno scorso nel caso dei mercati azionari — chiunque può vincere. Cosa può dire un gestore di denaro a un cliente che li ha sovraperformati nel proprio conto al dettaglio per convincerli che è meglio continuare a lavorare insieme?

La buona notizia è che i dati sono per lo più dalla tua parte, quindi forse una lezione di storia per il tuo cliente è la migliore linea d’azione. La ricerca ha studiato le prestazioni degli investitori al dettaglio per molti anni in vari mercati diversi. La stragrande maggioranza dei risultati mostra che i commercianti al dettaglio sottoperformano significativamente il mercato nel tempo. Forse la carta più notevole è Barber e Odean (2000) che trovano che i commercianti al dettaglio sottoperformano, specialmente quelli che commerciano più spesso. I miei coautori e io abbiamo raschiato i dati da un popolare thread Reddit di investimento al dettaglio, WallStreetBets, e testato per vedere se una strategia di trading che segue il thread produrrebbe sovraperformance degli investimenti. Troviamo prove limitate questo è il caso. Per essere onesti, alcuni lavori hanno dimostrato che, in particolare su orizzonti brevi, gli investimenti basati sui social media possono produrre sovraperformance.

Tre consigli per i gestori di denaro:

Spiegare. Fornire statistiche che storicamente gli investitori che commerciano da soli non tendono a cavarsela bene. Spiega che siamo in un mercato una volta nella vita e che il tuo compito non è solo quello di guadagnare rendimenti superiori, ma di proteggere la ricchezza del cliente, rimuovere le emozioni dal processo decisionale finanziario e rimuovere il mal di testa e lo stress della pianificazione finanziaria.

Riconoscere. È vero che gli ostacoli all’informazione e ai costi degli scambi sono diminuiti in modo significativo negli ultimi anni. Questo dovrebbe dare agli investitori al dettaglio una possibilità migliore di quanto non avessero prima di ottenere buoni risultati sul mercato. Identifica chiaramente il valore che aggiungi, non esagerare con la tua magia finanziaria e addebita una commissione che rappresenta il tuo valore. Questo aiuterà con la fiducia del cliente e la conservazione per lunghi periodi di tempo.

Permettere. Se il vostro cliente è veramente interessato a stock trading, non rifuggire da esso. Invece, consigliare loro di prendere una piccola allocazione del portafoglio (5 per cento o meno a seconda della ricchezza del cliente) di investire per conto proprio. Consentire loro di godere del processo di investimento del mercato azionario. È probabile che, per lunghi periodi di tempo, ti apprezzeranno ancora di più.

Ryan Chacon, Ph. D., è un professore di finanza presso UMMS. Insegna investimenti e finanza aziendale e la sua ricerca si concentra su investitori immobiliari e retail.

No Responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *